Strategie

Aprire un blog nel 2020: una moda del passato o uno strumento di marketing efficace?

Sono più di 2.500.000 i blog post pubblicati ogni giorno all’interno delle piattaforme web che dedicano questo spazio speciale alla condivisioni di articoli e contenuti testuali.

Sono tanti i personaggi famosi e i business che hanno trovato successo con i loro blog, Salvatore Aranzulla, Chiara Ferragni per fare due esempi di nota.

Ma aprire un blog nel 2020, e soprattutto mantenerlo, è ancora un’operazione vantaggiosa per te e il tuo business? 

Almeno una volta, nella tua vita da utente digitale, avrai sicuramente sentito parlare dei blog.

Blog di cucina, di moda, di attualità. Uno spazio personale dedicato alla condivisione di articoli di testo, costruiti per attrarre e fidelizzare gli utenti che scelgono di arrivare nel tuo portale.

Sono tante le piccole e grandi imprese che al giorno d’oggi si chiedono se valga la pena abbinare al proprio E-commerce di prodotti o servizi un blog che riesca a completare l’esperienza degli utenti che vi fanno visita.

Ovviamente non tutti i blog sono uguali. C’è chi comincia la propria attività sul web partendo da una piattaforma dedicata (blogger), che fa del suo business model quello di guadagnare appunto da questi articoli. C’è poi chi è indeciso se arricchire la propria piattaforma già esistente con una sezione che riesca a connettere su un livello più personale con i propri clienti.

Probabilmente se stai leggendo questo articolo e rientri nel secondo caso, cioè sei indeciso se aprire un blog nel 2020 sia la scelta giusta per far aumentare il successo del tuo business

Il blog è una ricetta complessa, che per avere successo e portare a te e al tuo business dei vantaggi concreti, deve possedere 3 ingredienti fondamentali: 

Idee, strategia, dedizione 

(e un po’ di SEO)

E’ impossibile pensare che pubblicare un paio di articoli “buttati lì” riesca a dare risultati e vantaggi immediati. Il blogging e la scrittura di articoli sono un processo che richiede tempo per dare i suoi frutti. E soprattutto l’occhio attento di chi sa come scrivere un articolo creativo, e adatto alle esigenze dei moderni motori di ricerca.

L’articolo di blog perfetto, ottimizzato SEO, con tutte le carte in regola ci mette minimo una settimana e non più di un mese per avere i primi risultati all’interno del motore di ricerca. E questo lo dice Google.

Ma ovviamente questi articoli devono essere scritti con criterio, e ognuno deve contenere una strategia di comunicazione, con un obiettivo ben preciso. Vendere, farsi conoscere, far crescere la tua community. Niente viene lasciato al caso.

Avere un blog ti da l’opportunità di farti conoscere ad un pubblico più ampio e, a seconda del tipo di business che conduci, affermarti come un “professionista” del tuo settore agli occhi dei clienti che ti seguono. Ad esempio, per uno chef avere un blog ben strutturato che parla delle sue ricette, di notizie interessanti del mondo della cucina, e degli aspetti più tecnici della professione, può farlo diventare per molti utenti un punto di riferimento quando hanno bisogno della “Migliore ricetta per la carbonara perfetta!”.

Il blog per questo è uno strumento molto utile, che va in aiuto a tanti liberi professionisti che vogliono differenziarsi dai loro competitors, con contenuti scritti e multimedia che valorizzano il loro brand.

Perchè dovresti aprire un blog nel 2020?  

Innanzitutto devi riflettere su due cose. 

  1. Hai le capacità tecniche e creative per scrivere un blog?
  2. Hai abbastanza tempo?

Il blog risulta ancora uno strumento valido per far crescere la propria immagine come professionista e come brand. Ma non è un processo immediato, richiede costanza e continua formazione. Per questo se hai già scelto di aprire il tuo blog, o ci stai ancora riflettendo sopra, il parere di un professionista ti può aiutare a capire se aprire un blog nel 2020 possa essere la scelta giusta per te.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *